“Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” Luis Sepulveda |Citazioni

Informazioni autore

Luis Sepulveda Calfucura (Ovalle, 4 ottobre 1949 – Oviedo, 16 aprile 2020), è entrato nel mondo letterario con il titolo “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore” ed è diventato famoso soprattutto per Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare.

Citazioni

Luis Sepulveda la gabbianella

“ Bene, gatto. Ci siamo riusciti – disse sospirando –
Sì, sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante – miagolò Zorba –
Ah sì? E cosa ha capito? – chiese l’umano –
Che vola solo chi osa farlo – miagolò Zorba.”

“Disgraziatamente gli umani sono imprevedibili. Spesso con le migliori intenzioni causano i danni peggiori.”

“«Volare mi fa paura» stridette Fortunata alzandosi. «Quando succederà, io sarò accanto a te» miagolò Zorba leccandole la testa.”

“Zorba rimase a contemplarla finché non seppe se erano gocce di pioggia o di lacrime ad annebbiare i suoi occhi gialli di gatto nero grande e grosso, di gatto buono, di gatto nobile, di gatto del porto.”

“E se è tutto un sogno, che importa. Mi piace e voglio continuare a sognare.”

“Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. E’ acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia. Senti la pioggia. Apri le ali.” miagolò Zorba.
“Ora volerai, il cielo sarà tutto tuo.”

E se è tutto un sogno, che importa. Mi piace e voglio continuare a sognare.

Non dimenticare che tu hai le ali e chi ha le ali non ha paura dell’altezza o di qualunque ostacolo possa incontrare. Se hai le ali, non c’è niente che può fermarti.

Disclaimer & Copyright

Le frasi sopra sono citazioni dal libro “Storia di una gabbianella e il gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepulveda.

    Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *