“Roses” Maria Claudia Sarritzu | Recensione

Trama “Roses”

Secondo Mary Campbell esistono due tipi di persone al mondo: quelle capaci di fare le scelte giuste, e quelle che collezionano uno sbaglio dopo l’altro. Lei sente di appartenere alla seconda categoria. Con un padre assente, un ragazzo che non la tratta come dovrebbe e degli amici all’apparenza folli, è ben consapevole di star buttando all’aria la sua vita.

Una notte, sul Sydney Harbour Bridge, le si presenta un ragazzo di nome Michael, che le dice di essere un angelo mandato sulla terra per aiutarla a rimediare a tutti gli errori che ha commesso. Il simbolo della sua rinascita è il gambo spoglio di rosa rossa: ogni petalo che riuscirà a far ricrescere corrisponderà a un aspetto della sua vita che è riuscita a mettere al posto giusto. Quando il fiore sarà completo, la ragazza potrà esprimere un desiderio e Michael tornerà in Paradiso. Per quanto Mary non voglia credere alle parole di Michael, si ritroverà a dover fare scelte importanti riguardanti non solo la sua vita, ma anche quella di chi la circonda, molto spesso con l’interferenza di personaggi particolari. Alla fine del suo percorso, scoprirà che il suo desiderio è proprio quello che non pensava avrebbe mai potuto esprimere…

Opinione

Ho scelto di prendere e leggere questo libro perché consigliato da un’amica. Ero curiosa di come sarebbe stata la storia, che personaggi sarebbero venuti fuori. E sicuramente non mi sono pentita di questa scelta, anzi. È stato un libro davvero particolare, divertente e che mi ha fatto riflettere nonostante la leggerezza apparente di alcune situazioni.

La protagonista è lontano da tutto ciò che potremmo immaginare, sicuramente non è un’eroina. Una ragazza con vari problemi, che in qualche modo ha smarrito la strada, che siccome non sa cosa scegliere, rimane in quel limbo che le dà delle certezze almeno. Il fatto che non fosse forte, almeno all’inizio, che facesse i suoi errori, l’ha resa sicuramente verosimile, umana potrei dire. Segue il flusso in qualche modo, si comporta come ogni adolescente che non dà molto peso alle proprie azioni.

Michael, un vero angelo. Un personaggio molto particolare e molto divertente. Le sue frasi, il suo modo di fare, i suoi aneddoti fanno ridere tantissimo, sembra un comico, non un angelo. Tuttavia la sua storia fa pensare: il modo in cui è morto (non è spoiler, se è un angelo direi che non è più vivo), il perché cerca di aiutare Mary, fanno riflettere sulla vita, su quanto essa sia breve certe volte e su come spesso pensiamo di avere a disposizioni decenni e rimandiamo tutto ciò che potremmo fare davvero.

Mi è piaciuta la storia, come si sviluppa il tutto, la soluzione di vari problemi che hanno migliorato certe situazioni, tuttavia non hanno reso le cose perfette, mi è piaciuto il realismo di questo e ho adorato le storie e i momenti ambientati in paradiso. Sono stati stupendi, divertenti senza essere ridicoli o offendere, il giusto misto tra comico e serio, un equilibrio secondo me perfetto.

Lo consiglio sicuramente a chi ama il genere, potreste scoprire qualcosa di veramente carino che potrà essere una bella sorpresa.

voto 9/10.

Liv

Link per acquistare su Amazon IT

    Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *